Alluminio anodizzato

Alluminio anodizzato

La raffinatezza 

Quando si osserva un dispositivo elettronico o una semplice targhetta in “alluminio“, molto spesso quello che si sta osservando non è semplice “alluminio” bensì alluminio anodizzato. L’anodizzazione è un particolare trattamento che forma una pellicola protettiva di ossido di alluminio sulla superficie dell’oggetto trattato.  Questo trattamento protegge l’alluminio dalla corrosione, preservandone l’aspetto originario.

L’ alluminio anodizzato è reperibile in diversi colori, oltre alle più conosciute tonalità del grigio (grigio argento, grigio scuro…) per il quale è più conosciuto. Può essere brillante o opaco, a seconda della base, ma soprattutto è molto resistente. Per riportare scritte o immagini altrettanto resistenti è possibile ricorrere all’incisione e marcatura laser; alluminio anodizzato – marcatura laser è un binomio molto apprezzato negli oggetti di arredo e di design per la particolare eleganza e raffinatezza dell’effetto finale. La parte incisa è più scura del trattamento e risalta in mezzo ai toni accesi dell’argento anodizzato.

Per effetti ricercati, è possibile partire da un materiale di diverso colore e rivestirlo di alluminio anodizzato: l’incisione o la marcatura laser farà affiorare il colore del metallo ricreando giochi e contrasti d’impatto e molto affascinanti.

Le marcature laser sono comuni nelle insegne, cartellini, porta-chiavi… qualsiasi oggetto con finalità promozionali, informative (codici a barre, dati tecnici…) e/o decorative (elementi grafici, immagini). Ogni tratto inciso sul metallo sarà permanente e resistente all’abrasione; porterà un segno infalsificabile ed esclusivo.

 A differenza di una marcatura con tamponi o punzoni, la marcatura laser è molto più semplice, veloce e precisa. Flessibile e conveniente.

Nota: il laser CO2, senza una particolare strumentazione, non intacca il metallo; per questo motivo non è possibile effettuare marcature laser direttamente su metalli non precedentemente verniciati.